Situazione del corso e delle attività svolte

Anche nell'ultima parte dell'anno scolastico il corso è proseguito con regolarità e al termine delle lezioni sono stati conclusi quattro moduli di insegnamento. Al termine del primo anno scolastico del corso sono stati completamente svo

lti quattro moduli di insegnamento: malte e calcestruzzo, organizzazione dei lavori di edilizia e costruzioni, controllo rischi edili, rivestimenti continui.

Sono invece in svolgimento, ma non terminati, due moduli: rivestimenti discontinui e imprenditorialità e gestione di piccole attività d'impresa. Quest'ultimo modulo fa parte di una piccola modifica del carico orario richiesta dal “Instituto de Emprego e Formação Profissional” che ha portato all'inserimento di due moduli trasversali: imprenditorialità e gestione di piccole attività d'impresa (40 ore) e relazioni interpersonali (20 ore). Contemporaneamente è stato potenziato il modulo dedicato all'impiantistica idraulica con l'aggiunta di 100 ore di insegnamento teorico-pratico (totale 160 ore) e 200 ore stage per la formazione in reale contesto di lavoro.

Gli insegnanti che hanno tenuto le lezioni in questo primo anno di corso sono:

  • Professor Pinheiro Morbey Helder Carvalho che è un ingegnere molto esperto che lavora nella “Escola Técnica João Varela” di Porto Novo, che ha insegnato nei moduli: malte e calcestruzzo, rivestimenti continui e rivestimenti discontinui.
  • Professor Imanuel de Jesus Monteiro Fonseca, laureato in Ingegneria civile, che ha insegnato nei moduli: controllo rischi edili e organizzazione dei lavori di edilizia e costruzioni
  • Professoressa Alciolinda Júlia Baptista, laureata in “Gestão” e ha insegnato nel modulo imprenditorialità e gestione di piccole attività d'impresa Aspetti problematici

Per frenare il fenomeno degli abbandoni, gli insegnanti hanno messo in atto un lavoro di sensibilizzazione che ha permesso di recuperare due corsisti, tra quelli che per motivi diversi avevano smesso di frequentare, che dovranno sostenere un esame nelle materie in cui non hanno avuto valutazioni a causa delle assenze. Conseguentemente il corso conta ora 14 studenti: 13 ragazzi e una ragazza che attualmente sono in vacanza e riprenderanno la scuola al 3 settembre 2014, data
di inizio della scuola capoverdiana. Grazie a queste azioni emerge che l'82,35% dei corsisti ha terminato positivamente il primo anno di corso.

Sostenibilità e prospettive

Il problema, più volte emerso, dell'esigenza di reperire fondi per coprire le elevate spese dei materiali (fondi che non sono compresi nel presente progetto) è stato risolto dalla scuola di Capo Verde grazie a un finanziamento ottenuto dalla Fondazione “João Paulo II” per il SAHEL.

In conclusione, il corso sta procedendo in modo regolare e nel mese di giugno la Escola Secundária António Silva Pinto ha ricevuto la visita del “Centro de Emprego e Formação Profissional” (Centro per l'impiego e la formazione professionale), che è l'ente che controlla e certifica i corsi di formazione professionale in Capo Verde. La valutazione dei commissari del Centro che hanno preso visione di tutti i documenti richiesti dalla normativa, è stata molto buona. Hanno inoltre incontrato i corsisti traendone una buona impressione tanto che hanno detto loro che al termine del corso saranno in grado di competere con i diplomati di qualunque altra isola di Capo Verde e saranno i primi diplomati in questo tipo di corso dell'Isola di Santo Antao.

 Fotografia degli studenti che si esercitano a posare le piastrelle

Vedi le fotografie del progetto luglio 2014 su Flickr